Arte Barocca: cos'è, riassunto, caratteristiche e artisti

0
1026

Definizione: Che cos'è l'Arte Barocca?

In belle arti, il termine barocco (che deriva dal portoghese 'barocco' che significa 'perla irregolare o pietra') descrive un linguaggio piuttosto complesso, originario di Roma, che fiorì durante il periodo 1590-1720, e che abbracciò la pittura, la scultura e l'architettura.

Dopo l'idealismo del Rinascimento (1400-1530 ca.) e la natura un po' "forzata" del Manierismo (1530-1600 ca.), l'arte barocca rifletteva soprattutto le tensioni religiose dell'epoca - in particolare il desiderio della Chiesa cattolica di Roma (come annunciato al Concilio di Trento, 1545-63) di riaffermarsi sulla scia della Riforma protestante. Così è quasi sinonimo di arte cattolica della Controriforma del periodo.

arte barocca
Paolo De Matteis – Trionfo e gloria dell’Immacolata concezione – 1710-1715, Gemäldegalerie, Berlino

Molti imperatori cattolici e monarchi in tutta Europa hanno avuto un importante interesse nel successo della Chiesa cattolica, quindi un gran numero di progetti architettonici, dipinti e sculture sono stati commissionati dalle corti reali di Spagna, Francia e altrove - in parallelo alla campagna globale di arte cattolica cristiana, perseguito dal Vaticano - al fine di glorificare la propria grandezza divina, e nel processo di rafforzare la loro posizione politica.

Al confronto, l'arte barocca in aree protestanti come l'Olanda aveva un contenuto molto meno religioso, e invece è stato progettato essenzialmente per fare appello alle crescenti aspirazioni del mercante e della classe media.

Stili / tipi di arte barocca e caratteristiche

Per svolgere il suo ruolo propagandistico, l'arte barocca di ispirazione cattolica tendeva ad essere opere d'arte pubblica di grandi dimensioni, come i dipinti monumentali a parete e gli enormi affreschi per i soffitti e le volte di palazzi e chiese.

  • La pittura barocca ha illustrato gli elementi chiave del dogma cattolico, sia direttamente nelle opere bibliche o indirettamente nelle composizioni mitologiche o allegoriche. Insieme a questo approccio monumentale e di alta mentalità, i pittori tipicamente rappresentato un forte senso di movimento, utilizzando spirali vorticose e diagonali verso l'alto, e forti sontuosi schemi di colore, al fine di abbagliare e sorprendere.Nuove tecniche di tenebrismo e chiaroscuro sono state sviluppate per migliorare l'atmosfera. La spazzolatura è cremosa e larga, e spesso dà luogo a impasti spessi.Tuttavia, la teatralità e il melodramma della pittura barocca non furono ben accolti dalla critica successiva, come l'influente John Ruskin (1819-1900), che lo considerava insincero.
  • La scultura barocca, tipicamente di dimensioni maggiori del normale, è caratterizzata da un simile senso di movimento dinamico, insieme a un uso attivo dello spazio.
  • L'architettura barocca è stata progettata per creare spettacolo e illusione. Così le linee rette del Rinascimento sono state sostituite da curve fluide, mentre le cupole e i tetti sono stati ingranditi e gli interni accuratamente costruiti per produrre effetti spettacolari di luce e ombra.Fu uno stile emozionale, che, ove possibile, sfruttò le potenzialità teatrali del paesaggio urbano - come dimostra Piazza San Pietro (1656-67) a Roma, che conduceva fino alla Basilica di San Pietro. Il suo progettista, Bernini, uno dei più grandi architetti barocchi, ha circondato la piazza di porticati, per dare l'impressione ai visitatori di essere abbracciati dalle braccia della Chiesa cattolica.

Come è evidente, anche se la maggior parte dell'architettura, pittura e scultura prodotta durante il XVII secolo è conosciuta come barocca, non è affatto uno stile monolitico. Ci sono almeno tre diversi filoni del barocco, come segue:

Grandezza religiosa

Uno stile trionfale, stravagante, quasi teatrale (e a volte) melodrammatico dell'arte religiosa, commissionato dalla Controriforma cattolica e dalle corti delle monarchie assolute d'Europa.

Questo tipo di arte barocca è esemplificato dall'audace scultura e architettura visionaria del Bernini (1598-1680), dagli affreschi illusionistici trompe l'oeil del soffitto di Pietro da Cortona (1596-1669) - vedi il suo capolavoro Trionfo della Divina Provvidenza (1633-39) - e dai grandiosi dipinti del maestro fiammingo Rubens (1577-1640).

Maggiore realismo

Un nuovo stile più realistico o naturalistico di composizione figurativa. Questo nuovo approccio fu sostenuto da Carravaggio (1571-1610), Francisco Ribalta (1565-1628), Velazquez (1599-1660) e Annibale Carracci (1560-1609).

L'audacia e la presenza fisica delle figure di Caravaggio, l'approccio realistico alla pittura religiosa adottato da Velazquez, una nuova forma di movimento ed esuberanza pionieristica di Annibale Carracci, e una forma realistica di pittura di genere biblica rustica, con animali, evoluta da Castiglione (1609-64) - tutti questi elementi facevano parte del nuovo e dinamico stile conosciuto come barocco. Vedere anche: Classicismo e naturalismo nella pittura italiana del XVII secolo.

Arte da cavalletto

A differenza delle grandi opere religiose pubbliche di artisti barocchi nei paesi cattolici, l'arte barocca nell'Olanda protestante (spesso chiamata l'età dell'oro olandese) è stata esemplificata da un nuovo tipo di arte da cavalletto - una forma lucida di pittura di genere - rivolta al ricco padrone di casa borghese.

Questa nuova scuola realista olandese di pittura di genere ha anche portato ad un maggiore realismo nella ritrattistica e pittura di paesaggio, fiori, composizioni animali e, in particolare, a nuove forme di natura morta, tra cui il genere di ispirazione protestante noto come pittura vanitas (fiorito 1620-50). Diverse città e zone avevano le loro "scuole" o stili propri, come Utrecht, Delft, Leida, Amsterdam, Haarlem e Dordrecht. Vedere: Artisti realisti olandesi.

Inoltre, a complicare ulteriormente le cose, Roma - il centro stesso del movimento - fu anche sede di uno stile "classico", come esemplificato nei dipinti del pittore di storia Nicolas Poussin (1594-1665) e del paesaggista arcadico Claude Lorrain (1600-82).

NOTA: Per altre importanti tendenze stilistiche storiche come il Barocco, vai alle sezioni  Movimenti d'Arte e Periodi.

Storia dell'arte barocca (riassunto)

In seguito ai pronunciamenti del Concilio di Trento su come l'arte possa servire la religione, insieme all'aumento della fiducia nella Chiesa cattolica romana, divenne chiaro che era necessario un nuovo stile di arte biblica per sostenere la Controriforma cattolica e trasmettere pienamente i miracoli e le sofferenze dei Santi alla congregazione d'Europa.

Questo stile doveva essere più forte, più emotivo e permeato da un maggiore realismo. Fortemente influenzata dalle opinioni dei gesuiti (il barocco è talvolta indicato come 'lo stile gesuita'), l'architettura, la pittura e la scultura dovevano lavorare insieme per creare un effetto unificato.

Il primo impulso fu dato dall'arrivo a Roma negli anni '90 di Annibale Carracci e Carravaggio (1571-1610). La loro presenza suscita un nuovo interesse per il realismo e per le forme antiche, entrambe riprese e sviluppate (nella scultura) da Alessandro Algardi (nella scultura) e Bernini (nella scultura e nell'architettura).

Peter Paul Rubens, che rimase a Roma fino al 1608, fu l'unico grande pittore cattolico nel linguaggio barocco, anche se Rembrandt e altri artisti olandesi furono influenzati sia dal caravaggismo che dal Bernini. La Francia aveva un suo rapporto (più laico) con il barocco, che era il più vicino in architettura, in particolare il Palazzo di Versailles.

La figura chiave dell'arte barocca francese del XVII secolo fu Carlo Le Brun (1619-90), che esercitò un'influenza che andava ben oltre il suo mestiere. Si veda, ad esempio, la fabbrica di arazzi Gobelins, di cui era direttore.

Spagna e Portogallo l'hanno accolta con maggiore entusiasmo, così come le aree cattoliche di Germania, Austria, Ungheria e Paesi Bassi. Il culmine del movimento fu l'Alto Barocco (1625-75 ca.), mentre l'apogeo della grandiosità del movimento fu segnato dalla fenomenale quadratura detta Apoteosi di Sant'Ignazio (1688-94, S. Ignazio, Roma), dal pittore illusionista sul soffitto Andrea Pozzo (1642-1709). Sicuramente uno dei migliori dipinti barocchi del XVII secolo.

Napoli, nel 1600 seconda città più grande d'Europa dopo Parigi, fu un importante centro di arte barocca controriformista. La scuola napoletana è stata sviluppata da Caravaggio, Ribera, Artemesia Gentileschi, Mattia Preti (1613-99) Luca Giordano (1634-1705), Francesco Solimena (1657-1747) e altri. Per saperne di più, vedere: Pittura a Napoli (1600-1700) e Caravaggio a Napoli (1607, 1609-10). Per l'inizio del 17 ° secolo, vedi: Scuola di Pittura Napoletana (1600-56); per gli sviluppi successivi vedi: Pittura barocca napoletana (1650-1700 ca.).

Nota: Ci è voluto più tempo per raggiungere la Russia, per lo stile barocco. Solo nel periodo dell'arte petrina a San Pietroburgo sotto Pietro Magno (1686-1725), infatti, architetti come Rastrelli, Domenico Trezzini, Andreas Schluter, Gottfried Schadel, Leblond, Michetti e Matarnovi iniziarono a progettare in stile barocco russo.

Per i dettagli sullo sviluppo dell'arte barocca fuori dall'Italia, vedi: Barocco fiammingo (1600-80 ca.), barocco olandese (1600-80 ca.) e barocco spagnolo (1600-1700 ca.).

Alla fine del XVII secolo il grande stile barocco era in declino, come lo era il suo sponsor principale, l'Italia. L'imminente potenza europea è la Francia, dove comincia ad emergere un nuovo e contrastante stile di arte decorativa.

Questo stile leggero presto avvolto architettura, tutte le forme di decorazione d'interni, mobili, pittura, scultura e porcellana di design. Era conosciuto come Rococò.

Artisti principali

Leggi:

Per approfondire

- 12,00 EURPiù venduti - Posizione n. 1
L'arte dei marmorari in Italia meridionale. Tipologie e tecniche in età barocca. Ediz. illustrata
1 Recensioni
- 1,50 EURPiù venduti - Posizione n. 2
Caravaggio. Ediz. illustrata
12 Recensioni
Caravaggio. Ediz. illustrata
  • Gilles Néret, Gilles Lambert
  • Taschen
  • Copertina rigida: 96 pagine
- 6,00 EURPiù venduti - Posizione n. 4
I marmi vivi. Bernini e la nascita del ritratto barocco. Ediz. illustrata
1 Recensioni
Più venduti - Posizione n. 5
La pittura guerriera e altri versi sull'arte
  • Sebastiano Mazzoni
  • Cierre Edizioni
  • Copertina flessibile: 232 pagine
- 6,30 EURPiù venduti - Posizione n. 6
Barocco a Roma. Ediz. illustrata
1 Recensioni
Barocco a Roma. Ediz. illustrata
  • Marigrazia Bernardini, Marco Bussagli
  • Skira
  • Copertina flessibile: 448 pagine
- 4,80 EURPiù venduti - Posizione n. 7
- 22,00 EURPiù venduti - Posizione n. 8
- 10,50 EURPiù venduti - Posizione n. 10
Roma barocca. I protagonisti, gli spazi urbani, i grandi temi
  • Marcello Fagiolo
  • De Luca Editori d'Arte
  • Copertina rigida: 688 pagine

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here