Surrealismo: significato e riassunto

0
35

I surrealisti cercarono di incanalare l'inconscio come mezzo per sbloccare il potere dell'immaginazione.

Disdegnando il razionalismo e il realismo letterario, e fortemente influenzati dalla psicoanalisi, i surrealisti credevano che la mente razionale avesse represso il potere dell'immaginazione, appesantendola con i tabù.

Influenzate anche da Karl Marx, speravano che la psiche avesse il potere di rivelare le contraddizioni del mondo quotidiano e di spronare alla rivoluzione. La loro enfasi sul potere dell'immaginazione personale li colloca nella tradizione del Romanticismo, ma a differenza dei loro antenati credevano che le rivelazioni potessero essere trovate sulla strada e nella vita quotidiana.

L'impulso surrealista a toccare la mente inconscia, e i loro interessi nel mito e nel primitivismo, continuò a plasmare molti movimenti successivi, e lo stile rimane influente anche oggi.

Concetti chiave

André Breton definì il surrealismo come "automatismo psichico nel suo stato puro, con il quale ci si propone di esprimere - verbalmente, per mezzo della parola scritta, o in qualsiasi altro modo - l' effettivo funzionamento del pensiero".

Ciò che Breton propone è che gli artisti scavalchino la ragione e la razionalità accedendo alla loro mente inconscia. In pratica, queste tecniche divennero note come automatismo o scrittura automatica, che permetteva agli artisti di rinunciare al pensiero cosciente e di abbracciare il caso nella creazione dell' arte.

L'opera di Sigmund Freud influenzò profondamente i surrealisti, in particolare il suo libro L' interpretazione dei sogni (1899). Freud legittimava l' importanza dei sogni e dell' inconscio come rivelazioni valide dell' emozione e dei desideri umani; la sua esposizione ai mondi interiori complessi e repressi della sessualità, del desiderio e della violenza costituiva una base teorica per gran parte del Surrealismo.

L'immaginario surrealista è probabilmente l' elemento più riconoscibile del movimento, ma è anche il più sfuggente da categorizzare e definire. Ogni artista si affidava ai propri motivi ricorrenti sorti attraverso i propri sogni e/o la propria mente inconscia. Alla sua base, l' immaginario è bizzarro, perplesso e persino sconcertante, in quanto intende scacciare lo spettatore dai suoi presupposti confortanti. La natura, tuttavia, è l' immagine più frequente: Max Ernst era ossessionato dagli uccelli e aveva un alter ego avifaunistico, le opere di Salvador Dalí spesso includono formiche o uova, e Joan Miró si affidava fortemente a vaghe immagini biomorfe.

Riassunto

Il surrealismo è nato dal movimento Dada, che si ribella anche contro l' autocompiacimento borghese. Le influenze artistiche, tuttavia, provenivano da molte fonti diverse. L' influenza più immediata per molti surrealisti fu Giorgio de Chirico, il loro contemporaneo che, come loro, usava immagini bizzarre con inquietanti accostamenti. Sono stati attirati anche da artisti del recente passato che erano interessati al primitivismo, all' ingenuità o all' immaginario fantastico, come Gustave Moreau, Arnold Bocklin, Odilon Redon e Henri Rousseau. Anche artisti fin dal Rinascimento, come Giuseppe Arcimboldo e Hieronymous Bosch, hanno fornito ispirazione in quanto non si sono eccessivamente occupati di temi estetici che coinvolgono la linea e il colore, ma si sono invece sentiti costretti a creare quello che i surrealisti consideravano il "reale".

Il movimento surrealista nasce come un gruppo letterario fortemente alleato con Dada, emergendo sulla scia del crollo di Dada a Parigi, quando l' ansia di André Breton di portare lo scopo a Dada si scontrò con l' antiautoritarismo di Tristan Tzara. Bretone, che occasionalmente viene definito il "Papa" del Surrealismo, fondò ufficialmente il movimento nel 1924 quando scrisse "Il Manifesto Surrealista". Tuttavia, il termine "surrealismo" è stato coniato per la prima volta nel 1917 da Guillaume Apollinaire quando lo usò nelle note programmatiche per la parata di balletto, scritta da Pablo Picasso, Leonide Massine, Jean Cocteau ed Erik Satie.

Nello stesso periodo in cui Breton pubblicò il suo manifesto inaugurale, il gruppo cominciò a pubblicare la rivista La Révolution surréaliste, che si concentrava in gran parte sulla scrittura, ma comprendeva anche riproduzioni d' arte di artisti come de Chirico, Ernst, André Masson e Man Ray. La pubblicazione è proseguita fino al 1929.

Il Bureau for Surrealist Research o Centrale Surréaliste è stato fondato a Parigi nel 1924. Si trattava di un gruppo di scrittori e artisti, liberamente affiliati, che si incontravano e conducevano interviste per "raccogliere tutte le informazioni possibili relative a forme che potessero esprimere l' attività inconscia della mente". Guidato da Breton, l' Ufficio di presidenza ha creato un doppio archivio: uno che raccoglieva immagini da sogno e l' altro materiale relativo alla vita sociale. Almeno due persone ogni giorno presidiavano l' ufficio: una per salutare i visitatori e l' altra per annotare le osservazioni e i commenti dei visitatori che poi sono entrati a far parte dell' archivio. Nel gennaio del 1925, l' Ufficio di presidenza pubblicò ufficialmente il suo intento rivoluzionario che fu firmato da 27 persone, tra cui Breton, Ernst e Masson.

Sebbene il surrealismo sia nato in Francia, ceppi di esso possono essere identificati nell' arte in tutto il mondo. Soprattutto negli anni Trenta e Quaranta, molti artisti furono travolti nella sua orbita come crescenti sconvolgimenti politici e una seconda guerra globale incoraggiò i timori che la civiltà umana fosse in uno stato di crisi e di collasso. L' emigrazione di molti surrealisti nelle Americhe durante la seconda guerra mondiale ha ulteriormente diffuso le loro idee.

Dopo la guerra, però, le idee del gruppo sono state messe in discussione dall' ascesa dell' esistenzialismo, che, pur celebrando l' individualismo, era più razionale del surrealismo. Nelle arti, gli espressionisti astratti incorporarono le idee surrealiste e usurparono il loro dominio attraverso nuove tecniche pionieristiche per rappresentare l' inconscio. Breton si interessò sempre più all' attivismo politico rivoluzionario come obiettivo primario del movimento. Il risultato fu la dispersione del movimento originale in fazioni più piccole di artisti.

I bretoni, come Roberto Matta, credevano che l' arte fosse intrinsecamente politica. Altri, come Yves Tanguy, Max Ernst e Dorothea Tanning, sono rimasti in America per separarsi dal bretone. Salvador Dalí, allo stesso modo, si ritirò in Spagna, credendo nella centralità dell' individuo nell' arte.

Concetti e stili

Il surrealismo condivideva gran parte dell' antirazionalismo di Dada, il movimento dal quale cresceva. Gli originali surrealisti parigini usarono l' arte come una sospensione da situazioni politiche violente e per affrontare il disagio che sentivano per le incertezze del mondo. Impiegando fantasy e immaginario onirico, gli artisti hanno generato opere creative in una varietà di media che hanno esposto le loro menti interiori in modi eccentrici e simbolici, scoprendo le ansie e trattandole analiticamente con mezzi visivi.

Dipinti surrealisti

Yves Tanguy ha creato scene altamente immaginarie e allucinatorie che rappresentavano, più della maggior parte dei surrealisti, l' inconscio come luogo
C' erano due stili o metodi che distinguevano la pittura surrealista. Artisti come Salvador Dalí, Yves Tanguy e Rene Magritte hanno dipinto in uno stile iperrealistico in cui gli oggetti sono stati raffigurati con dettagli croccanti e con l' illusione della tridimensionalità, enfatizzando la loro qualità onirica. Il colore in queste opere era spesso saturo (Dalí) o monocromatico (Tanguy), entrambe scelte che trasmettevano uno stato di sogno.

Molti surrealisti si affidarono pesantemente anche all' automatismo o alla scrittura automatica per attingere alla mente inconscia. Artisti come Joan Miró e Max Ernst hanno utilizzato varie tecniche per creare immagini improbabili e spesso stravaganti, tra cui collage, doodling, frottage, decalcomania e grattage. Artisti come Hans Arp hanno anche creato collage come opere a sé stanti.

L' iperrealismo e l' automatismo non si escludono a vicenda. Miro, per esempio, ha spesso usato entrambi i metodi in un unico lavoro. In entrambi i casi, tuttavia, il soggetto è stato raggiunto o raffigurato, era sempre bizzarro - destinato a disturbare e baffle.

Consigliamo

- 0,73 EURPiù venduti - Posizione n. 1
Surrealismo
  • Giuliano Serafini
  • Giunti Editore
  • Copertina flessibile: 52 pagine
Più venduti - Posizione n. 2
Surrealismo
1 Recensioni
Surrealismo
  • Cathrin Klingsohr-Leroy
  • Taschen
  • Copertina rigida: 96 pagine
- 3,00 EURPiù venduti - Posizione n. 3
Manifesti del Surrealismo
1 Recensioni
Manifesti del Surrealismo
  • André Breton
  • Einaudi
  • Copertina flessibile: 258 pagine
- 0,88 EURPiù venduti - Posizione n. 4
Surrealismo
  • Flaminio Gualdoni
  • Skira
- 1,95 EURPiù venduti - Posizione n. 5
Il surrealismo e la pittura
1 Recensioni
Il surrealismo e la pittura
  • André Breton
  • Abscondita
  • Copertina flessibile: 86 pagine
- 8,85 EURPiù venduti - Posizione n. 6
Il surrealismo. Ieri e oggi. Storia, filosofia, politica
  • Arturo Schwarz
  • Skira
  • Copertina rigida: 800 pagine
Più venduti - Posizione n. 7
Surrealismo. Ediz. illustrata
  • Marta Ragozzino
  • Giunti Editore
  • Copertina flessibile: 50 pagine
- 0,66 EURPiù venduti - Posizione n. 8
- 1,50 EURPiù venduti - Posizione n. 9
Il surrealismo in cucina tra il pane e l'uovo. A tavola con Salvador Dalì
  • Marina Cepeda Fuentes
  • Il Leone Verde
  • Edizione n. 1° edizione (01/01/2004)
  • Copertina flessibile: 136 pagine
- 3,00 EURPiù venduti - Posizione n. 10
Arte contemporanea: metafisica, dada, surrealismo
  • Ilaria Schiaffini
  • Carocci
  • Copertina flessibile: 217 pagine
CONDIVIDI
Articolo precedenteAlbrecht Dϋrer
Prossimo articoloSofonisba Anguissola
Redazione TuttArteOnline

La nostra redazione è costantemente impegnata nel ricercare fonti attendibili e produrre contenuti informativi, guide e suggerimenti utili gratuiti per i lettori di questo sito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here