Biografia di Escher

0
129

Maurits Cornelis Escher (1898-1972) è uno dei grafici più famosi al mondo. La sua arte è apprezzata da milioni di persone in tutto il mondo, come si può vedere sui numerosi siti web di internet.

E’ famoso soprattutto per le sue cosiddette costruzioni impossibili, come l’Ascesa e la Discesa, la Relatività, le sue Stampe di Trasformazione, come Metamorfosi I, Metamorfosi II e Metamorfosi III, Cielo e Acqua I o Rettili.

Ma ha anche fatto un lavoro meraviglioso e più realistico durante il periodo in cui ha vissuto e viaggiato in Italia.

Castrovalva, ad esempio, dove si può già vedere il fascino di Escher per l’alto e il basso, vicino e lontano. La litografia Atrani, piccolo paese della Costiera Amalfitana, fu realizzata nel 1931, ma ritorna, ad esempio, nel suo capolavoro Metamorfosi I e II.

M.C. Escher, durante la sua vita, ha realizzato 448 litografie, xilografie e incisioni su legno e oltre 2000 disegni e schizzi. Come alcuni dei suoi famosi predecessori – Michelangelo, Leonardo da Vinci, Dürer e Holbein -, M.C. Escher era mancino.

Oltre ad essere un artista grafico, M.C. Escher ha illustrato libri, disegnato arazzi, francobolli e murales. Era nato a Leeuwarden, nei Paesi Bassi, come il quarto e più giovane figlio di un ingegnere civile. Dopo 5 anni la famiglia si trasferì ad Arnhem dove Escher trascorse la maggior parte della sua giovinezza. Dopo aver fallito gli esami di scuola superiore, Maurits si è iscritto alla Scuola di Architettura e Arti Decorative di Haarlem.

Dopo una sola settimana, informa il padre che preferirebbe studiare grafica piuttosto che architettura, avendo mostrato i suoi disegni e i tagli di linoleum al suo insegnante di grafica Samuel Jessurun de Mesquita, che lo incoraggia a continuare con le arti grafiche.

Dopo aver terminato la scuola, viaggiò molto in Italia, dove conobbe la moglie Jetta Umiker, che sposò nel 1924. Si stabilirono a Roma, dove rimasero fino al 1935. Durante questi 11 anni Escher viaggiava ogni anno in tutta Italia, disegnando e disegnando le varie stampe che avrebbe realizzato al suo ritorno a casa.

Molti di questi schizzi che utilizzerà in seguito per varie altre litografie e/o xilografie e incisioni su legno, come ad esempio lo sfondo della litografia Waterfall deriva dal suo periodo italiano, o gli alberi che si riflettono nella xilografia Puddle, che sono gli stessi alberi utilizzati da Escher nella sua xilografia “Pineta di Calvi”, da lui realizzata nel 1932.

M.C. Escher rimase affascinato dalla Divisione regolare dell’Aereo, quando visitò per la prima volta l’Alhambra, un castello moresco del XIV secolo a Granada, Spagna, nel 1922.

Durante gli anni in Svizzera e durante la seconda guerra mondiale, ha perseguito con vigore il suo hobby, disegnando 62 dei 137 Disegni a Divisione Regolare che avrebbe realizzato in vita.

Estende la sua passione per la Divisione Regolare dell’Aereo, utilizzando alcuni dei suoi disegni come base per un altro hobby, intagliando sfere di legno di faggio.

Giocava con l’architettura, la prospettiva e gli spazi impossibili. La sua arte continua a stupire e stupire milioni di persone in tutto il mondo. Nel suo lavoro riconosciamo la sua acuta osservazione del mondo che ci circonda e le espressioni delle sue stesse fantasie. M.C. Escher ci mostra che la realtà è meravigliosa, comprensibile e affascinante.

Porrebbe interessarti anche:
CONDIVIDI
Articolo precedenteBiografia di Salvador Dalí
Prossimo articoloBiografia di Fernando Botero
La nostra redazione è costantemente impegnata nel ricercare fonti attendibili e produrre contenuti informativi, guide e suggerimenti utili gratuiti per i lettori di questo sito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here