.

"Il manifesto di Verdirosi..."

Kant Afferma: Ogni arte che non comunica è fine a se stessa. Oggi, nel ventesimo secolo, l'ab-biamo inquinata. vedia-mo perchè: Mirò all' estero esprime la sua impotenza e il dolore della "sua" castrazione lo fa vomitare colore...ci mette la firma e i musei lo appendono al muro... il suo "creativo" è sterco di uccelli: altri incollano bottoni, carta e stracci; Baj incornicia divise di generali e specchi rotti...; in Italia comprano tutto: Anche Pomodoro...! ( noto scultore milanese ).  Il "genio" americano partorisce "arte" nelle metropolitane; Burri las-cia tele bianche, scre-polate o nere; Fontana taglia...; Le Banche col-lezionano ignoranza; in-cretinisce a Venezia la biennale; riviste specia-lizzate fanno il minestro-ne; Arte Mondadori si è prostituita; la stupidità ripuzza; si da spazio ai morti...; i galleristi sono affittacamere...; Dalì e mille altri usano il proiet-tore, nessuno se ne ac-corge l'arte ha l'Aids...; nasce il buonumore...! Pensiero per i naif: quan-do nasce il sole, come dice Heinsten, "ombra di Dio", premia tutti... e Lui ,il buon Dio, ebbe riguardo per i naif: dette loro la licenza di sba-gliare...! Rousseau il doganiere sbagliò per primo... e fu il più degno. Naif è anche De Chirico, infatti non sa disegnare... a riprova egli allunga la coda al cavallo di Rubens, copia il fratello Savinio, quando si libera, trova se stesso e il suo monumento nella metafisica. La Francia lo osanna, l'Italia, ( da morto ), se lo tiene caro, prima di andarsene vitupera con il pennello la beltà del Canaletto. Naif è anche Van Gogh, naif sono gli iugoslavi, naif sono Covili e Liga-bue, ma il più grande naif è quel giapponese che ha comprato a cento miliardi...!e ora "final-mente", nei musei, non mancano ferri e sassi...! a Roma,(sulla C.Colom-bo), tanti bussolotti e guazzabuglio di intestini sono monumento... è il secolo del multiplo, della serigrafia, della litografia, del misfatto, del baratto, della frode. Ci si ma-sturba con la trans-avanguardia, ma fortuna-tamente Bonito Oliva non fa più testo, Zeri ( dice Sgarbi) deve morire ... Lui invece, è ( ancora) a piede libero...! Costan-zo sta facendo i soldi con "la passerella" ...! è l'ora dei burocrati, è l'ora dell'informale, è l'ora dei gaglioffi,è l'ora dell'astrat to, è l'ora della mistifica-zione culturale e linguisti-ca,è l'ora dei massmedia, è l'ora della colata di colore...è l'ora senza ora: sotto l'altro patronato ogni critico e scaraboc-chio è oggi baronato...!


"Antichi Inganni"
Olio su tela 50x70


"Diogene Nell'Universo"
Olio su tela 50x70


"Divenire-Divenuto"
Olio su tela 40x50


"Il Povero Cristo"
Olio su tela 40x50


"L'inganno"
Olio su tela 60x80

Se Vuoi Lasciare Un Commento All'Artista Clicca Qui

AVANTI

Vai Al sito del Pittore

Il materiale contenuto in questo sito, appartiene ai rispettivi autori. è vietato un qualsiasi utilizzo  Tutte le iniziative di questo sito sono completamente GRATUITE e servono ad arricchire solo la cultura dell'anima .