.

"L’Arte di Piero Guccione, fonte inesauribile delle mie emozioni" di Francesco Cairone

Quando avverto il bisogno di rimanere solo e di staccarmi dal mondo che mi circonda, per superare magari quei problemi che fanno parte di  un destino e una vita normale, piccoli per una persona più adulta ma duri e difficili da vincere per un giovane di ventiquattro anni come me, dato che ho avuto la fortuna di nascere in una valle incantata, dove il sole sorge da acque dolci e cristalline e la luna si solleva su alte montagne spigolose, che fanno da mantello a secoli di storia millenaria lasciando intravedere un manto di stelle che brillano, qualche volta mi capita di andare a guardare il mare, di ammirare il suo lento movimento che mi calma, di fermarmi sulla spiaggia a contemplare la bellezza di un’immensità strana che attende l’inverno, piena di malinconia, di una solitudine regale che non muta con facilità, e volare con la mente a pensieri che mi donano un attimo di leggerezza; ma purtroppo com’è giusto che sia, un soffio di vento freddo, possente e leggiadro com’è quello d’autunno, interrompe la mia estasi, strappandomi con una dolcezza violenta da un mondo di sogno in cui ero caduto a contemplare le meraviglie della natura per trasportarmi in una gelida realtà. E quel mare che porto sempre nel cuore, tatuaggio di un’anima tenera che ricerca disperatamente un attimo di felicità, quell’odore così particolare che non ha un volto ma si sente, si tocca, si avverte, acre ma allo stesso tempo dolce come una pioggia di primavera, quel rumore di un dinamismo inarresta-bile, quella rarefatta bellezza, quel senso di incontenibile gran-dezza e immensità, li incontro sempre quando i miei occhi si fermano sulle spiagge e sui mari dipinti dell'artista che stimo di più in assoluto, che reputo il mio primo e unico GRANDE dell'arte, nato a Scicli, una cittadina nella provincia di Modica, il siciliano, famoso in tutto il mondo, Piero Guccione: Pittore dell'anima come nessun altro, artista di un sentimento raffinato ed elitario che si nasconde ai più dietro classiche forme di rarefatta bellezza, Maestro di purezza, peculiarità e rigore, principe di cieli e di mari a perdita d’occhio; Guccione dipinge il mondo che ci circonda, le campagne bruciate dal sole, la natura più rigogliosa, il mare, la luce, l’energia, le nuvole, la trasparenza dell’acqua, percepen-dole nella loro naturalezza più imme-diata con l’intento di rappresentare la verità cogliendo anche il particolare più flebile e recondito, quelle sfaccettature che spesso ad una vista poco attenta possono sfuggire. Come Nella “Piccola Spiaggia”, che ogni giorno si illumina di immensità quando apro le finestre del mio studio e lascio entrare la luce del sole, Guccione è riuscito ad inserire una moltepli-cità di sentimenti: un cielo sfumato che parte da un celestino chiarissimo per arrivare ad un violetto dolce e delicato che lascia spazio ad un mare cristallino, di un azzurro che cambia tonalità ogni millimetro e che viene interrotto solo da due piccole onde che si infrangono sulla riva di una spiaggia incantata, che  poi alla fine è la spiaggia di tutti: dei poveri, dei ricchi, dei vinti, dei vittoriosi, la meta di un lungo viaggio in cui si cerca ristoro per le molteplici fatiche della vita, la spiaggia su cui si corre una maratona importante, quella dell’affermazione, del-la realizzazione di tutti i sogni terreni. Questa per me è l’arte di Piero Guccione, un universo immenso di emozioni dalle trame variegate, di colori che si uniscono come due uragani innamorati che danno vita a forme celestiali; una pittura del popolo perchè racconta noi stessi, quello che siamo stati, quello che siamo e quello che divente-remo domani.

Francesco
Cairone


"Luna d'agosto"
Olio su tela 76x105


"Grande Spiaggia"
Olio su tela 151x91.5


"La lontananza del mare"
Olio su tela 70x91


"Il nero e l'azzurro"
Olio e tecnica mista su tela 77x70


"I movimenti del mare"
Olio su tela 150x105


"Le Linee del Mare"
Pastello su carta 30x65


"La fine dell'estate - Mare"
Olio su tela 74x108


"Dopo il tramonto"
Olio su tela 76x70


"Il grido della luna"
Olio su tela 70x70

Se Vuoi Lasciare Un Commento All'Artista Clicca Qui

AVANTI

Vai Al sito del Pittore

Il materiale contenuto in questo sito, appartiene ai rispettivi autori. è vietato un qualsiasi utilizzo  Tutte le iniziative di questo sito sono completamente GRATUITE e servono ad arricchire solo la cultura dell'anima .